Frequenze sonore e cellulite

“Tutto nell’Universo vibra e ogni cosa ha una sua frequenza fondamentale come le note di una scala musicale.”

L’interno di ogni cellula è riempito da un liquido in cui si trovano tutti i minerali dell’acqua del mare, vale a dire un mezzo conduttore di elettricità. Il nostro corpo è composto da circa duecento quintilioni di cellule. Le cellule viventi sono, a tutti gli effetti, circuiti oscillanti; senza elettricità le cellule e, più in generale, la vita, non potrebbero esistere. I recettori cellulari sono come antenne riceventi. L’energia è il vettore con cui le cellule comunicano tra di loro e l’ambiente. Innovative ricerche sostengono che l’energia sotto forma di luce e suono sia in grado di modificare persino la morfologia oltre che la salute fisica e mentale dell’essere umano. 

L’acuto di una cantante può far esplodere un bicchiere di cristallo.

Un’onda acustica come l’acuto di una cantante è in grado di risuonare armonicamente con i reticoli atomici di un bicchiere di cristallo, tale onda se supera il valore che può essere sostenuto dai reticoli atomici del bicchiere sarà in grado di distruggerlo. Questo vale anche per l’uomo. Esistono onde elettromagnetiche sotto forma di suoni disarmonici che possono influenzare, nel bene e nel male, il nostro benessere psicofisico e perfino il precoce invecchiamento.

Musica e sezione Aurea

La sezione aurea è data dal rapporto di un numero irrazionale e algebrico  0,618. Le sue proprietà geometriche e matematiche e la frequente riproposizione in svariati contesti naturali e culturali, apparentemente non collegati tra loro, hanno suscitato per secoli nella mente dell’uomo la conferma dell’esistenza di un rapporto tra macrocosmo e microcosmo, tra Dio e l’uomo, l’universo e la natura. Proprietà geometriche che rispondono ad un rapporto tra il tutto e la parte, tra la parte più grande e quella più piccola che si ripete all’infinito attraverso infinite suddivisioni. Diversi filosofi e artisti sono arrivati a cogliervi col tempo un ideale di bellezza e armonia spingendosi a ricercarlo e, in alcuni casi, a ricrearlo nell’ambiente antropico quale canone di bellezza; testimonianza ne è la storia del nome che in epoche più recenti ha assunto gli appellativi di aureo e divino.

Le ricerche sui parametri medici.

Recentemente la sezione aurea è stata considerata essere anche alla base di importanti proporzioni tra parametri medici e parametri relativi al movimento umano. Nel 2013 è stato scoperto che durante il passo il rapporto tra la fase di appoggio e la fase di oscillazione dell’arto inferiore (quando il piede avanza e non è in contatto con il terreno) è pari al rapporto aureo. Questo comporta una serie di proporzionalità delle fasi del passo che probabilmente ne semplifica il controllo da parte del sistema nervoso centrale. Soggetti con patologie neurologiche hanno alterato questo rapporto. Analogamente anche il rapporto tra le fasi cardiache diastolica e sistolica è stato scoperto essere prossimo al rapporto aureo. Già Leonardo Da Vinci aveva compreso come il corpo umano si basasse sulla sezione aurea. Sembra che tutte le molecole viventi ( le proteine) abbiano 5 lati dovuti alla sezione aurea e che la stessa doppia elica del DNA evidenzi una geometria a spirale aurea.  La sequenza del matematico Fibonacci correlata alla sezione aurea e studiata da Leonardo fu usata anche nella musica. Johann Sebastian Bach, Mozart, Beethoven, Shubert e Stravinskij la usarono per comporre la propria musica.

Non solo la morfologia, ma anche i sensi sembra che si basino su questa proporzione, come la voce e la mente umana. La musica è legata da sempre alla matematica, la sezione aurea rispettata nella musica sembra dare una coerenza con la nostra biologia e la nostra voce riguadagnando la funzione originaria della musica che era quella di fungere da terapia per l’anima. Le nostre cellule comunicano attraverso frequenze che possono essere intercettate da questo tipo di musica. Nasce così la medicina energetica o vibrazionale.Tale medicina parte dalla supposizione che la malattia rifletta una disarmonia tra soma e psiche e che la cura risieda nell’equilibrare le qualità magnetiche (vibrazionali) dei corpi sottili. Con i toni puri sembra che si possa in parte aiutare a rimodellare l’organizzazione del campo di energia, che visivamente osserviamo sotto forma di malattia o benessere cellulare. 

A quali frequenze vibrano i toni puri, e quali frequenze sono salutari per la vita?

Fuori da noi non ci sono suoni, immagini o odori, ma solo una nostra risposta cerebrale all’oceano di frequenze in cui siamo immersi.

Le frequenze “chiamiamole del benessere” sono multipli di 8Hz . Questi segnali attivano la ghiandola pineale e sembra addirittura che uno degli ormoni prodotti dall’epifisi induca con identico segnale, la replicazione mitosica del DNA, rafforzando la riparazione dei danni dovuti alla vecchiaia stimolandone la rigenerazione. La ghiandola Pineale favorisce il rilascio della serotonina con azione antidepressiva, potenziando il sistema immunitario. Altri studi di laboratorio hanno dimostrato che le onde sonore sono in grado di modificare la pressione sanguigna, la resistenza elettrica della pelle, la sudorazione, il battito cardiaco, la risposta neuro endocrina, la concentrazione e le onde cerebrali. La musica basata sulla proporzioni armoniche dell’universo è quella a 432Hz e 528Hz multipli di 8Hz  in relazione matematica con la sezione aurea. Studi fatti con queste frequenze hanno cercato di capire se questa frequenza potesse agire sul sistema nervoso centrale.

Influenza sui danni da campi elettromagnetici

Nel 2005 alcuni ricercatori, facendo ascoltare la musica di Bosman accordata a 432Hz, hanno rilevato che questa musica fosse in grado di contrastare gli effetti dannosi dovuti ai campi elettromagnetici dell’ambiente. I campi elettromagnetici inibiscono la produzione di acetilcolina portando un graduale indebolimento della tensione muscolare, fatica e debolezza. Tale musica infatti stimola il rilascio di acetilcolina nel corpo (abbassato dagli effetti dei campi elettromagnetici) portando il tono muscolare degli ascoltatori ad un livello ottimale. La musica accordata a 432Hz e a 528Hz ha la capacità inoltre di influenzare l’uomo, cambiandone lo stato emotivo, fisico e mentale: questo fenomeno è stato definitoeffetto Mozart”. Il nostro senso dell’udito comprende non soltanto le orecchie ma anche la lingua e la pelle. Entrambi portano il corpo a diventare un’antenna di ricezione che vibra con la sorgente sonora. Le nostre cellule, grazie alla Matrice che fa da conduttore di elettricità, ricevono informazioni dalla vibrazione del corpo in sintonia con la sorgente sonora a 432Hz e 528Hz. In questo modo entrano in sintonia con la sezione aurea dell’universo ritornando ad uno stato di equilibrio e benessere.

Oggi viene riconosciuta nei 432Hz la frequenza della guarigione, che risuona nel nostro corpo, libera blocchi emotivi ed espande la nostra coscienza, consentendoci di sincronizzarci sulla saggezza dell’universo.

Crea unità anziché separazione.

La frequenza a 528HZ viene chiamata anche frequenza dell’amore, ci aiuta a scorrere in perfetto ritmo e armonia. Usata per restituire il DNA umano al suo stato originale e perfetto, aumenta l’energia vitale, la chiarezza della mente, la consapevolezza.

Attiva l’immaginazione e l’intuito

Frequenze e cellulite

La cellulite nasce dall’innesco dell’edema nei tessuti. Lo stress agisce direttamente sulla formazione dell’edema e sull’instaurarsi dell’infiammazione di basso grado tissutale. Ciò porta alla sclerotizzazione delle fibre di collagene responsabili della cellulite. La maggior parte delle clienti, compie veramente dei miracoli organizzativi nella propria vita per ritagliarsi un’ora di benessere o di trattamento di bellezza. La cliente arriva di corsa e scappa via appena finisce il trattamento. In quell’ora noi possiamo aiutarla a rientrare nell’ ambiente cellulare più idoneo, quello in relazione naturale con l’universo, attraverso l’ascolto di musica che abbia una frequenza sintonica con il corpo umano. Per abbassare il livello di stress delle nostre clienti e influire positivamente sulla formazione dell’edema, abbiamo cercato un musicista, compositore e ricercatore in grado di comporre musica con le frequenze a 432 e 528 Hz.

Il docente di musica Alessio Vanni, compositore e ricercatore ha composto per noi la COMPILATION WELTIC  accordata a 528Hz e 432Hz,  della durata di 50 minuti pensata e composta appositamente per le clienti. 

Prova con termografia a contatto

Ovviamente ho voluto fare una prova per vedere se davvero il tessuto cambiasse attraverso l’ascolto della musica accordata a 342 e 528Hz. Manuela Caltagirone del team di weltic si è prestata a fare da modella. Si è sdraiata sul lettino da massaggio con il compito di ascoltare la musica. Ho posizionato la lastra termografica sulla porzione anteriore della coscia prima dell’ascolto e ho scattato la foto. Dopo l’ascolto della prima e della seconda traccia a 528Hz  ho riposizionato la lastra e fotografato il risultato. Dopo l’ascolto della terza e quarta traccia a 342Hz ho ripetuto la prova. Ovviamente Manuela non ha ricevuto alcun trattamento. La temperatura della stanza è rimasta stabile. l’esperimento ha avuto la durata di circa 30 minuti.  

Siamo rimaste letteralmente a bocca aperta!

Come possiamo vedere dalle sfumature sulla lastra, il tessuto ha subito una variazione in direzione di un miglioramento. 

Da oggi abbiamo uno strumento in più per rendere felici le nostre clienti!

 

La compilation è in vendita a 14,90€ . Per l’acquisto manda un messaggio ad Alessio al 347 740 8938. Il ricavato ottenuto dalla vendita della compilation finanzierà un nuovo progetto di musica con un organo antico accordato naturalmente con la frequenza a 432Hz. L’organo restaurato si trova nella pieve di Santo Stefano a Lucca. 

fonti:
Wikipedia 
Riccardo Tristano Tuis  432HZ La Rivoluzione Musicale Uno editori prima edizione marzo 2020

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.