Il collagene: ecco cosa può fare contro la cellulite

Il collagene è una proteina facente parte del tessuto connettivo propriamente detto. Viene prodotta dal fibroblasto in fase attiva e giovane. Quando il fibroblasto invecchia si appiattisce e allunga diminuendo la sua attività, in questa fase prende il nome di fibrocita.

Il fibrocita in caso di ferita, infiammazione o in tutti i casi in cui ci sia bisogno di nuovo tessuto connettivo si può riattivare e produrre nuovo collagene. (vedi tecnica celluleasy®)

Il collagene è formato da catene proteiche di tropocollagene  disposte a elica che si organizzano formando microfibrille, le quali tutte insieme formano fasci di fibrille, tanti fasci di fibrille formano la fibra di collagene finale.

Il collagene a seconda del tipo di proteina che lo forma è diviso in tanti tipi di collagene, i più diffusi sono il collagene di tipo I,II,III e IV.

Collagene di tipo I

Collagene di tipo II

Collagene di tipo III

Collagene di tipo IV

Altri tipi di collagene

Le fibre elastiche

Le fibre elastiche servono per mantenere l’elasticità dei tessuti e sono formate da elastina sostanza tipo gel in cui sono immerse delle proteine fibrose più dure.

L’elasticità con il tempo viene a mancare e i tessuti cedono.

L’invecchiamento cutaneo dato dal cedimento del tessuto è dovuto alla mancanza di elasticità delle fibre elastiche.

Siamo abituati a parlare di collagene quando ci occupiamo di “cellulite”,

la pelle con i tipici buchi a buccia d’arancia infatti è data dall’indurimento delle fibre di collagene che tirano il derma verso il basso.

In realtà le fibre di collagene sono importantissime per il tessuto connettivo di sostegno, compreso quello che sostiene i denti.

La mancanza di vitamina C porta le fibre di collagene a disfarsi e a provocare gravi cedimenti ai tessuti.

Frutta fresca e agrumi sono fondamentali per un collagene sano ed elastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.